Scopri la gonna lunga perfetta per il tuo fisico

Scopri la gonna lunga perfetta per il tuo fisico

di Silvia Semonella

L’estate finalmente è arrivata e… anche i saldi di metà stagione!

Quale occasione migliore, quindi, per rivoluzionare il nostro guardaroba?

Un must imperdibile di questo 2019 sono le gonne lunghe in seta, che permettono di creare outfit e abbinamenti easy e comodi.

Gonne luminose e colorate

Le gonne in raso lucido e colorato, fluide e svasate, sono tornate prepotentemente sulla scena questa primavera, sulla scia di un revival della moda anni ’90. La parola d’ordine è “osare” attraverso colori shock come il ciclamino, l’azzurro e il verde, attenuati con accessori nelle stesse tonalità ma più sfumate.

A seconda della corporatura, però, queste gonne dai colori fluo (è questa la vera tendenza dell’anno) assumono tutto un altro aspetto.

Quali sono, quindi, i modelli che si addicono di più al nostro corpo? Scopriamolo insieme.

Ad ogni fisico la sua gonna!

Se avete una sagoma stretta e lunga, scegliete una gonna in raso lunga dai colori accesi, con cui riempire le forme.

Nel caso in cui, invece, il vostro fisico sia a forma di mela, ossia rotondo con un punto vita poco pronunciato, la soluzione è una gonna lunga che arrivi, però, appena sopra alle caviglie, abbinata a top o maglie svasate.

Per i fisici a clessidra, caratterizzati da netta distinzione tra punto vita, busto e fianchi, la scelta migliore sono gonne lunghissime in seta lucida o raso, con disegni e stampe medio-piccole, strette in vita e leggermente svasate in fondo.

Anche le più formose possono osare! Chi ha un fisico a pera alla Kim Kardashian o Nicki Minaj, con spalle piccole, vita stretta e gambe e sedere torniti, dovrebbe preferire modelli morbidi sui fianchi, meglio con tasche laterali a scomparsa. L’effetto finale sarà un “body shaping“, fasciante: per accentuarlo ancora di più meglio indossare solo toni neutri della pelle, come rosa cipria e beige champagne.

Non vi resta che provare il vostro outfit dedicato!

Scritto da: Redazione

Lascia un commento